Osso Macelleria e Fornelli

La storia della tartare 

La leggenda racconta come la tartare nasca con la tradizione della popolazione dei Tartari, dell’Europa Orientale.   Questo gruppo etnico di origine turca era storicamente un popolo di guerrieri, abituati a spostarsi e viaggiare molto. Non avendo quindi molto tempo per cucinare, necessitavano di ottimizzare i tempi di preparazione della carne e vivande in generale. Si inventarono così di trasportare la carne sotto le selle dei loro cavalli: così facendo, le lunghe galoppate permettevano la macinazione della carne, che era dunque subito pronta al consumo.  Questo modo di consumare la carne cruda, battuta e macinata, sebbene di metodologia poco ortodossa, era totalmente inusuale ed innovativo.   La specialità si fece successivamente molto popolare nella Russia zarista, ove gli chef la preparavano di frequente. Con l’esilio in Francia del 1900, i cuochi la esportarono nella terra in cui divenne uno dei piatti per eccellenza della tradizione francese.   Divenuta ormai famosa, diede origine a diverse varianti in tutto il mondo, dai paesi scandinavi fino alla cucina sudamericana.  Oggi la tartare è stata riscoperta dagli chef internazionali e riproposta in numerosi locali. Nella ristorazione contemporanea, curante più che mai l’estetica e l’aspetto di presentazione del piatto, una proposta particolare e versatile come la tartare trova indubbiamente grande apprezzamento.   Noi di Osso Macelleria e Fornelli ce ne siamo letteralmente innamorati, al punto di dedicargli una parte del nostro menù.   Vieni a provare le nostre proposte di tartare!